10% Sconto

 12,10  10,99

Disponibile

Boiron.
Prodotto Omeopatico. Disturbi attribuiti alla dentizione del neonato.
Confezione contenente 10 tubetti monodose da 1 ml.

Disponibile su ordinazione

Marchio: Codice: 801479724 Categorie ,

Descrizione

Camilia

Camilia secondo la concezione omeopatica, può essere usato in caso di disturbi attribuiti alla dentizione del neonato.

Camilia contiene
Chamomilla vulgaris 9 CH (333,3 mg), Phytolacca decandra 5 CH (333,3 mg) e Rheum 5 CH (333,3 mg) per 1 tubetto monodose di 1 ml.
Questo preparato contiene inoltre il seguente eccipiente: acqua purificata.

Come usare Camilia
Salvo prescrizioni contrarie del medico:
Un tubetto monodose alla volta, per via orale, 2-3 volte al giorno.
Lavarsi le mani prima di utilizzare i tubetti monodose.
Per somministrare Camilia:
-Aprire la bustina d’alluminio, staccare un tubetto monodose dal supporto e aprirlo facendone girare il cappuccio.
-Mettere il bambino in posizione seduta.
-Versare il contenuto del tubetto monodose, premendolo leggermente, nella bocca del bambino.
-Richiudere accuratamente la bustina contenente gli altri tubetti monodose.

Non somministrare una dose doppia per compensare la dose eventualmente dimenticata.
Per una soluzione sempre sterile, utilizzare un nuovo tubetto monodose a ogni somministrazione.
Non conservare un tubetto monodose dopo la sua apertura e gettarlo dopo ogni utilizzo.
La durata del trattamento non deve oltrepassare i 3 giorni.
Attenersi alla posologia indicata sul foglietto illustrativo o prescritta dal medico. Se il miglioramento previsto del bambino o del neonato non dovesse avvenire, consultare un medico.
Nel caso in cui si stimi che l’efficacia del farmaco sia troppo debole o, al contrario, troppo forte, consultare il proprio medico o farmacista.

Nessun limite di utilizzo è conosciuto al giorno d’oggi.
Se il farmaco è usato in modo appropriato, non è necessario adottare alcuna precauzione particolare. Informa il tuo medico o il tuo farmacista se il tuo bambino soffre di altre malattie e/o allergie oppure se gli stai già somministrando altri farmaci in uso interno o esterno (anche in caso di automedicazione).

Per saperne di più, rivolgiti al tuo medico o farmacista, che dispongono d’informazioni dettagliate destinate ai professionisti del settore.